Interventi
Home > Interventi

Thank You Frank

Un'idea per il Centenario e LCIF


Un club statunitense degli anni ’50, semibuio, fumoso e con il profumo del whisky che aleggiava nell'aria. Ecco ricreata l’atmosfera “Sinatra” di Thank You Frank, nel giorno del centenario dalla sua nascita il 12 dicembre 1915. Edward Romano e i tecnici de La Fonderia Musicale hanno predisposto l'ambiente in cui la band, composta dagli insegnanti dell'Accademia della Fonderia hanno dato il meglio di sé fin dalla prima nota, suonata da Jacopo Mazza che in punta di penna ha arrangiato tutti i brani del Gala musicale ideato dal Lions Club Biella La Serra nell’ambito delle celebrazioni del centenario in area “vista”. A fargli da controcanto Mara Malagutti e Giovanni Ferrarotti, leggiadri ballerini, che sulle note di My Way hanno portato indietro nel tempo il teatro. Sono poi entrate in scena Elisa Pensotti e Marella Motta, che hanno pienamente confermato il fatto che quando una donna canta è di quanto più vicino ad un angelo possa esistere! Simone Ghio ha accarezzato la chitarra in eleganti assoli, mentre Lorenzo Buffa ha indotto il contrabbasso a infondere energia ritmica ai brani. Emmanuele Pella, sedutosi alla batteria, ha con grinta scandito il tempo, mentre Riccardo Sala al sax ha prodotto assoli e contrappunti, così come Manuele Blotto Baldo alla tromba. Tutti magnifici. Con loro Riccardo Crosa, appassionato cantante, a raccontare Sinatra sulle potenti note della band insieme a un migliaio di immagini dell’epoca che si avvicendavano sullo sfondo, come le coreografie di Maya Botta sul palco, interpretate da Alessia Zamarian, Arianna Erbetta, Grace Carbonel, Martina Grisoglio, Miriam Rasi, Sara Falcetto, Tatiana Montoncello e Venera Mosca che hanno descritto in danza alcuni brani, passando da Fly me to the moon, in cui ha duettato l'ospite torinese Sergio Marengo, per finire con una coinvolgente New York New York. Autori, ritmi e sfumature diverse hanno ricreato il magico mondo di The Voice, cantante impareggiabile e uomo generoso e attento ai bisogni umanitari che a cento anni dalla sua nascita è riuscito ancora una volta, insieme al folto pubblico che gremiva il Teatro Sociale Villani e ai lions e leo biellesi organizzatori dell'evento, a fare qualcosa di importante per il suo prossimo attraverso Lilt Biella, il Centro Occhiali Usati di Chivasso e la Fondazione Lions Internazionale.




News